Cerasuolo d’Abruzzo “Villa Gemma” 2021 – Masciarelli

Annata: 2021

Denominazione: Cerasuolo d’Abruzzo DOC

Vitigni: Montepulciano 100%

Alcol: 13.5% Formato: 0,75l

Temperatura di servizio: 16/18°C

Bernardi Rate: 90/100

Tipologia: Rosato Abruzzo

Peculiarità: Il Cerasuolo, rosato tra i più famosi della Penisola, spicca per finezza e per gusto. Un grande vino, figlio di un’attenta vinificazione e successiva maturazione in solo acciaio cui segue un breve affinamento in bottiglia. Già oggi molto buono, ma anche molto buono nel tempo.

17.00

27 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Colore rosa cerasuolo intenso, al naso esprime belle note di ciliegia, di melograno, di amarena e sentori di petali di rosa. Al palato è gustoso, intenso, equilibrato e piacevolissimo. Materico, chiude con un finale di grande persistenza.

ABBINAMENTO

A tutto pasto, si esalta con pizze e focacce.

CANTINA

MASCIARELLI Tenute Agricole nasce nel 1981 dall’intuito imprenditoriale di Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano e protagonista dell’affermazione della vitivinicultura abruzzese moderna. Cuore pulsante della cantina è San Martino sulla Marrucina, in provincia di Chieti, e conta vigneti e uliveti di proprietà nelle 4 province abruzzesi. La produzione vitivinicola – cui si affianca anche una piccola produzione di olio extravergine di oliva – conta oggi 18 etichette e 5 linee di prodotti: Linea Classica, Gianni Masciarelli, Villa Gemma, Marina Cvetic e Castello di Semivicoli. Nel segno del costante e rinnovato lavoro all’insegna dell’innovazione ma nel rispetto di ambiente e tradizione, l’azienda Masciarelli ha inaugurato, dopo un lungo restauro conservativo, il Castello di Semivicoli, seicentesco palazzo baronale oggi relais de charme tra i vigneti, centro propulsore dell’enoturismo nella zona. Gianni Masciarelli eredita dal nonno materno Umberto la passione per la vigna e per il vino e inizia giovanissimo i primi esperimenti con l’uva, animato da un grande sogno: valorizzare i vitigni autoctoni abruzzesi, conferendo loro un carattere internazionale ma esaltandone il legame con il territorio.
L’espressione che meglio racconta la cifra del vignaiolo Gianni Masciarelli è “innovazione continua”. E’ infatti il primo produttore a introdurre in Abruzzo il sistema di allevamento Guyot e l’utilizzo delle barrique di rovere francese per l’affinamento del Montepulciano e del Trebbiano d’Abruzzo. A soli vent’anni l’illuminante esperienza di vendemmia estiva in Champagne, a contatto con i recoltants, lo orienterà definitivamente verso la sua strada. Nel 1981 fonda l’azienda e inizia la produzione e la vendita di Trebbiano e Montepulciano d’Abruzzo. Nel 1983 produce già 9.000 bottiglie. Nel 1984 nasce il Villa Gemma Rosso, un montepulciano ottenuto dalle migliori uve di San Martino, con cui Gianni sperimenta una nuova concezione del fare vino e troverà il suo stile. Studia costantemente le tecniche più innovative e le specificità del territorio abruzzese; seleziona i vigneti più vecchi e meno produttivi; cura con la medesima ossessione le sue “due cantine” – come ama spesso ripetere: quella di cemento, e l’altra, la più importante, sotto il cielo: la vigna. Nel 1987 Gianni incontra Marina Cvetic: da quell’incontro nasce un legame privato e professionale destinato a imprimere all’azienda una svolta internazionale e a portare il messaggio dell’eccellenza dell’Abruzzo nel mondo. Oggi alla guida dell’azienda troviamo Marina Cvetic, moglie di Gianni, e la loro primogenita Miriam Lee Masciarelli, che insieme hanno raccolto la difficile eredità di continuare a elevare i vini e i vitigni abruzzesi nel panorama enologico mondiale.

Peso 1 kg
Regione

Abruzzo

Vitigno

Montepulciano d'Abruzzo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cerasuolo d’Abruzzo “Villa Gemma” 2021 – Masciarelli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.