Vosnee Romanee Aux Brulees 1er Cru 2018 – Domaine Méo-Camuzet Frère et Soeurs

Annata: 2018

Denominazione: Bourgogne AOC

Vitigni: Pinot Noir 100%

Alcol: 14% Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 14/16 °C

Bernardi Rate: 96/100

Tipologia: Rosso Borgogna, Rosso Francia

Peculiarità: Questo è un potente aristocratico di un vino, da prendere sul serio. L’impressione è di concentrazione e il tocco di piccante che spesso ci offre mostra che il suo nome è ben scelto. È fedele al terroir di Vosne in quanto la sua forza non si esprime attraverso elementi aggressivi. Al contrario, è un vino ben equilibrato e complesso. Non è facile cogliere subito la complessità di Vosne Brûlées, ma se ne comprende la maestosità. È sempre un vino impressionante, ma spesso ti dici: “Avrei dovuto aspettare più a lungo”. Questo magnifico terroir si trova ai piedi del pendio, appena sotto Richebourg, orientato verso est. Si trova all’inizio di un pettine e quindi soggetto a una certa frescura. Il terreno non è per niente profondo e l’aratro spesso entra in contatto con grosse pietre o addirittura raschia la roccia sottostante. La maggior parte della piantagione originale risale agli anni ’30. L’uva possiede sempre un alto grado di concentrazione e può rimanere a lungo sulla vite senza rovinarsi. Ottimo l’equilibrio tra zuccheri e acidità. Uno dei pochi vini che richiede pochissimi interventi.

Desideri conoscere il prezzo di questa bottiglia? Inviaci una e-mail a bernardiwinespirits@gmail.com oppure clicca sul logo whatsapp per inviarci un messaggio

MAISON

Le origini del Domaine risalgono all’inizio del XX secolo, quando Etienne Camuzet, viticoltore a Vosne-Romanée e deputato nella Côte d’Or (1902 –1932), comincia a ingrandire la sua azienda, acquisendo le vigne più interessanti della zona. Grazie a lui, il Domaine possiede oggi questo insieme di parcelle su denominazioni eccezionali. Egli fu anche l’ultimo proprietario del castello del Clos de Vougeot, prima di cederlo alla Confréirie du Tastevin. Proprio per questo, Méo-Camuzet possiede all’interno di questo Grand Cru la parcella con la migliore esposizione.

Sua figlia Maria ereditò tutti i vigneti e, alla sua morte, lasciò il Domaine al parente più prossimo, Jean Méo, che all’epoca lavorava al segretariato del Generale De Gaulle. Dal 1989, è il figlio Jean-Nicolas a gestire la proprietà, coadiuvato per qualche anno da Henri Jayer, il più importante vinificatore della sua generazione.

L’azienda, che attualmente si trova a Vosne-Romanée, possiede 17,5 ettari con una gamma di vigne di altissimo livello: i Grand cru Richebourg, Échezeaux, Clos Vougeot e Corton; lo straordinario e ricercatissimo 1er cru “Cros Parantoux” di Vosne-Romanée.

L’obiettivo del Domaine è quello di produrre vini che uniscano struttura e finezza, concentrazione e charme. I due punti fermi della filosofia di Jean-Nicolas Méo sono l’utilizzo di materia prima di altissima qualità e di legno nuovo tutti gli anni.

Dal 2003 l’azienda ha preso in gestione alcune vigne di cui si occupa con la stessa cura e dedizione che rivolge a quelle di proprietà. I criteri di selezione e di vinificazione sono gli stessi, con risultati altrettanto notevoli. I vini provenienti da queste vigne sono contraddistinti dalla scritta rossa, in etichetta, “MÉO-CAMUZET Frère & Soeurs.

Peso 1.5 kg
Regioni Francia

Borgogna, Bourgogne

Vitigno

Pinot Nero, Pinot noir

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vosnee Romanee Aux Brulees 1er Cru 2018 – Domaine Méo-Camuzet Frère et Soeurs”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *