Vigneti delle Dolomiti IGT “Sgarzon Cilindrica” 2018 – Foradori (TRIPLE A)

Annata: 2018

Denominazione: Vigneti delle Dolomiti IGT

Vitigni: Teroldego 100%

Alcol: 12.5% Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 16/18°C

Bernardi Rate: 95/100

Tipologia: Rosso Trento Artigianali, Triple A, Lieviti indigeni, Vignaioli Indipendenti

Abbinamenti: Carne rossa, Primi piatti, Formaggi stagionati, Selvaggina

Peculiarità: Il contenitore d’argilla di forma allungata con una capacità di 350 litri, dove lo Sgarzon trascorre 12 mesi in più del suo fratello omonimo, porta il nome di tinaja cilindrica. Il “Sgarzon Cilindrica” Teroldego è prodotto con uve attentamente selezionate e vendemmiate a mano verso la fine di settembre. I grappoli vengono poi portati in cantina per la diraspatura che avviene in maniera delicata e senza pigiatura. Si procede così alla fermentazione alcolica che è lenta e si svolge in maniera spontanea, utilizzando esclusivamente lieviti indigeni, in anfore di terracotta spagnole chiamate ‘tinajas’ con una lunga macerazione sulle bucce per circa 8 mesi. Dopo la svinatura, resta in affinamento per 2 mesi in vasche di cemento e per almeno altri 12 mesi in anfore spagnole di terracotta prima di venire imbottigliato per la messa in commercio.

35.00

3 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Colore rosso rubino scuro, tendente al granato. Al naso compaiono intensi aromi di frutta rossa e frutti di bosco, tra cui la ciliegia, la mora e il mirtillo, note floreali di fiori rossi e di piccoli fiori selvatici, sentori speziati di pepe, cannella e chiodi di garofano, per chiudere con accenni terrosi e note minerali importanti. In bocca è teso, fresco, intenso e complesso, caratterizzato da tannini fitti e rotondi, da una grande freschezza e da un lungo finale che chiude su note fruttate succose.

ABBINAMENTO

Accompagna a meraviglia secondi di carne rossa, grigliate o brasati, primi piatti a base di salsa di pomodoro e formaggi stagionati, Selvaggina.

CANTINA

Nel 1901 viene fondata l’Azienda Agricola e nel 1939 Vittorio Foradori la acquista e nel 1960 con Roberto Foradori si ha la prima produzione “Foradori”.
Nel 2002 l’azienda si converte all’agricoltura biodinamica e nel 2009 ottiene la certificazione Demeter.Nel 2012 prima vendemmia di Emilio, figlio di Elisabetta Foradori e Rainer Zierock. Oggi la conoscenza dei ritmi e dei cicli della natura si è perfezionata nel tempo con l’osservazione: ogni stagione porta cose nuove, ogni giorno insegna e fa capire. Ascoltare per cogliere le sottili differenze esistenti in natura, imparare a preservare la sincerità del carattere dell’uva nell’espressione del suo luogo d’origine, queste sono le priorità della famiglia Foradori ed elevare la gestualità agricola a creatività. L’azienda è attualmente nel mezzo del quarto passaggio generazionale: dopo il recupero genetico dei ceppi genetici originari di Teroldego e la rivitalizzazione raggiunta da Elisabetta Foradori e Rainer Zierock, sono oggi Emilio, Theo e Myrtha Zierock i responsabili dell’evoluzione di Foradori. Il filosofo-enologo Emilio gestisce gli aspetti della produzione vinicola. Theo, il politologo-giornalista si occupa degli aspetti gestionali e commerciali dell’ azienda dal suo dolce esilio napoletano, mentre l’orticoltrice Myrtha è incaricata della progressiva diversificazione agricola di Foradori.

Peso 1 kg
Regione

Trentino Alto Adige

Vitigno

Teroldego

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vigneti delle Dolomiti IGT “Sgarzon Cilindrica” 2018 – Foradori (TRIPLE A)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *