Umbria Bianco IGT “Cervaro della Sala” 2019 – Castello della Sala, Marchesi Antinori

Annata: 2019
Denominazione:
Umbria IGT
Vitigni: Grechetto 85%, Chardonnay 15%
Alcol:
12.5% Formato: 0.75l
Temperatura di servizio:
6/8 °C
Bernardi Rate
: 95/100
Tipologia:
Bianco Umbria
Abbinamenti:
Antipasti, Primi di pesce, Secondi di pesce, Carni bianche in umido

Peculiarità: Il nome Cervaro deriva dalla nobile famiglia proprietaria del Castello della Sala nel corso del XIV secolo: i Monaldeschi della Cervara. Uve Chardonnay unite ad una piccola parte di Grechetto per un vino pensato per affinare nel tempo e rappresentare l’eleganza e la complessità di un luogo unico. Il Cervaro della Sala è stato uno dei primi vini bianchi italiani a svolgere fermentazione malolattica ed affinamento in barriques con la prima annata nel 1985. La cantina divinificazione è costruita per sfruttare appieno il principio della gravità e consente la gestione degli acini e laloro macerazione senza che questi subiscano interventi meccanici derivati daazione di pompaggi. La raccolta delle uve avviene nelle primissime ore del mattino in modo dafar giungere in cantinafrutti integri e non stressati dalle più alte temperature del giorno. I mosti, provenienti da macerazione pellicolare delle uve a 10 °C per circa quattro ore,vengono trasferiti per cadutain serbatoi di decantazione dove illimpidiscono prima di essere trasferiti in barrique. È qui che ha luogo lafermentazione alcolicaseguita da quella malolattica. Solitamente dopo cinque mesi lo Chardonnay è pronto per essere trasferito di nuovo in acciaio per unirsi con il Grechetto, che invece viene vinificato separatamente e in “assenza” di legno. Successivamente il Cervaro della Sala affina per alcuni mesi in bottiglia nelle storiche cantine del Castello della Sala prima dell’uscitasul mercato.

48.00

6 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Il Cervaro della Sala 2019 si presenta di un colore giallo scarico con riflessiverdoliniancora evidenti. Al naso è intenso e complesso, con note diagrumi,ananas e fiori diacacia ben in armonia con sentori divaniglia e pietra focaia. Al palato è pieno, fine e ben strutturato; la piacevole sapidità è ben bilanciata dalle tipiche sensazioni dolci di burro di nocciola. Lavendemmia 2019 saràricordata come una delle grandiannate di Cervaro della Sala, capace di esprimersi oggi come negli anni a venire.

ABBINAMENTO

Da abbinare a antipasti di pesce, Risotti con i funghi,  Piatti di pesce in genere.

CANTINA

La Famiglia Antinori si dedica alla produzione vinicola da più di seicento anni: da quando, nel 1385, Giovanni di Piero Antinori entrò a far parte dell’ Arte Fiorentina dei Vinattieri. In tutta la sua lunga storia, attraverso 26 generazioni, la famiglia ha sempre gestito direttamente questa attività con scelte innovative e talvolta coraggiose ma sempre mantenendo inalterato il rispetto per le tradiz ioni e per il territorio.

Oggi la società è presieduta da Albiera Antinori, con il supporto delle due sorelle Allegra e Alessia, coinvolte in prima persona nelle attività aziendali. Il padre, Marchese Piero Antinori, è attualmente il Presidente Onorario della società. Tradizione, passione ed intuizione sono state le qualità trainanti che hanno condotto i Marchesi Antinori ad affermarsi come uno dei principali produttori italiani di vini di alta qualità.

CASTELLO DELLA SALA

Il Castello della Sala si trova in Umbria, a poca distanza dal confine con la Toscana, a circa 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. Le terre del Castello, imponente maniero di epoca medievale, si estendono per 500 ettari, di cui 170 ettari piantati a vigna, a metà strada tra il fiume Paglia e la vetta del Monte Nibbio. l Castello della Sala si trova in Umbria, a poca distanza dal confine con la Toscana, a circa 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. Le terre del Castello, imponente maniero di epoca medievale, si estendono per 500 ettari, di cui 170 ettari piantati a vigna, a metà strada tra il fiume Paglia e la vetta del Monte Nibbio. I 170 ettari di vigneto, coltivati con varietà tradizionali come Procanico e Grechetto, ma anche con Chardonnay, Sauvignon Blanc, Sèmillon, Pinot Bianco, Viognier ed una piccola quota di Traminer e Riesling, si trovano ad un’altezza di 220 – 470 metri sul livello del mare.

Quella del Castello della Sala è una zona altamente vocata alla produzione di bianchi con una sola eccezione: il Pinot nero, trova in questo terroir le condizioni ideali per esprimersi al meglio. L’area è caratterizzata da un suolo tendenzialmente argilloso, calcareo, ricco di conchiglie fossili, con vigneti ben esposti alla levata del sole e con ottime escursioni termiche.

Peso 1 kg
Regione

Umbria

Vitigno

Chardonnay, Grechetto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Umbria Bianco IGT “Cervaro della Sala” 2019 – Castello della Sala, Marchesi Antinori”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *