Primitivo IGT Salento “Es” 2021 – Gianfranco Fino

Annata: 2021

Denominazione: Primitivo IGP Salento

Vitigni: Primitivo 100%

Alcol: 16.5% Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 18/20°C

Bernardi Rate: 98/100

Tipologia: Rosso Puglia

Peculiarità: “Es” Primitivo nasce da viti ad alberello di 60 anni di età radicati su un terreno rosso assolato. Le uve vengono selezionate con cura maniacale e lasciate appassire in vigna.

Lieve appassimento delle uve sulla pianta, raccolta a mano in cassette di plastica con attenta selezione dei grappoli, trasporto in camion con cella isotermica. Tavolo di cernita, dirraspatura, pigiatura soffice degli acini, macerazione in tino di acciao inox da 70 Hl, contatto bucce – mosto da due a tre settimane, controllo della temperatura del capello di vinaccia, 2 delestage al giorno. Pressatura delle vinacce con pressa verticale idraulica con gabbia in acciaio inox. Dopo la svinatura subito in barriques di rovere francese 50% nuove e 50% di secondo passaggio.. Batonnage giornaliero sino al primo travaso. Dopo circa 9 mesi di maturazione in legno il vino senza l’ausilio di chiarificanti e senza precipitazioni tartariche viene imbottigliato e dopo 9 mesi circa di affinamento viene immesso al consumo.

67.00

5 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Colore rosso rubino impenetrabile.  Al naso spiccano nuance di frutta nera molto matura, more, erbe balsamiche e spezie dolci. Il sorso è potente, caldo, avvolgente e concentrato, sorretto da una freschezza vibrante che favorisce la beva e la rende molto elegante e persistente. Piacevoli ritorni aromatici amaricanti di china, rabarbaro e radici emergono delicatamente nel lunghissimo finale, pressoché interminabile. Un rosso complesso, ricco, elegante e sensuale, di grande classe e carattere.

ABBINAMENTO

Ideale con piatti di carne rossa, alla griglia o in umido.

AZIENDA

L’avventura di Gianfranco Fino comincia nel 2004, con la ricerca del vigneto perfetto che doveva assolutamente avere caratteristiche particolari e uniche. La ricerca trova la sua fine quasi subito, con l’acquisto di un piccolissimo vigneto di Primitivo di cinquant’anni di circa 2 ettari, ingrandito poi con la coltivazione di altri terreni presi in affitto. Già questa breve storia basterebbe per far rientrare Gianfranco Fino nella schiera di quei viticoltori legati alle tradizione, desiderosi di salvare vecchi vigneti e di mantenerne vive le specificità.

Il suo attento lavoro e i suoi grandissimi vini dicono più di mille parole: il suo Primitivo di Manduria si colloca su di un filone innovativo che, pur mantenendo un lato tradizionale rintracciabile nell’assemblaggio di uve provenienti da diversi vigneti, prassi consolidata da queste parti, svela una potenza e un corpo davvero sorprendenti.

La parte più eccezionale dei vini di Gianfranco Fino sta nel bilanciamento esemplare tra struttura, vena alcolica, acidità e sapidità che li rendono notevoli e di grande spessore: in due parole, grandi vini.

Oggi i vigneti di Gianfranco Fino, situati in agro di Manduria e di Sava, sono piccoli appezzamenti frammentati , con terre rosse e rocce a tratti affioranti. Le colture sono costituite generalmente da alberelli molto vecchi, affiancati dal recente impianto di un vigneto sperimentale. Il Primitivo Es rappresenta sicuramente un’eccellenza non solo della sua produzione, ma anche del panorama Pugliese: un vino che sicuramente ha colmato il vuoto produttivo regionale dei passati decenni.

Peso 1 kg
Regione

Puglia

Vitigno

Primitivo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Primitivo IGT Salento “Es” 2021 – Gianfranco Fino”