Isola dei Nauraghi IGT “Barrua” 2016 – Agripunica

Annata: 2016

Denominazione: Isola dei Nuraghi IGT

Vitigni: Carignano 85%, Cabernet Sauvignon 10%, Merlot 5%

Alcol: 15% Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 16/18 °C

Bernardi Rate: 92/100

Tipologia: Rosso Sardegna

Abbinamenti: Carne

Peculiarità: Il “Barrua” Agripunica rappresenta l’unione tra la forza della Sardegna e il taglio bordolese. Nasce da una joint venture tra nomi di spicco nel mondo enologico: il Gruppo Tenuta San Guido Sassicaia, la Cantina di Santadi e il fondatore Antonello Pillloni. Fu l’occhio attento ed esperto di Giacomo Tachis, padre del Sassicaia, a rilevare un talento speciale in questa terra e a convincere gli altri soci a scommetterci, tanto da creare nel 2002 la cantina. Situata nel Basso Sulcis, nella Sardegna sud-occidentale, essa si compone di 170 ettari, ripartiti nella tenuta di Barrua e in quella di Narcao. Cuore pulsante della filosofia produttiva è proprio l’esaltazione qualitativa della terra sarda, con la sua luce luminosa e la mitezza climatica che le arriva dal mare. “Barrua” nasce da un vitigno autoctono come il Carignano per l’85%, e da varietà internazionale per il restante 15%. I vigneti di proprietà sono radicati su terreni argillosi e calcarei: ambiente ideale per la coltivazione di uve a bacca rossa che, grazie alle condizioni pedoclimatiche presenti, riesce a raggiungere perfetti livelli di maturazione. La vendemmia viene realizzata manualmente tra settembre e ottobre. Ad essa seguono fermentazione alcolica e malolattica in vasche di acciaio inox ed un affinamento di circa 18 mesi in barrique nuove di rovere francese. Un ulteriore periodo di almeno 12 mesi in bottiglia ne completa la maturazione.

70.00

1 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Colore rosso porpora intenso con riflessi violacei. Nel naso è sfaccettato e denso. Con frutta dolce e scura, nobili note tostate, spezie vegetali pregiate e un po’ di tabacco. Complesso al palato. Un corpo forte, con tannini consistenti e presenti e un’acidità giocosa. Aromi di more, un po’ di legno di cedro, cioccolato fondente, bergamotto ed eucalipto. Meravigliosamente lungo e liscio il finale.

ABBINAMENTO

Accompagna le preparazioni a base di carne rossa.

CANTINA

Agricola Punica, meglio nota come Agripunica, è la cantina sarda nata dalla collaborazione tra uomini che hanno scritto la storia dell’enologia italiana: Sebastiano Rosa e Nicolò Incisa della Rocchetta (Tenuta San Guido), Antonello Pilloni (presidente di Santadi), e il leggendario enologo toscano Giacomo Tachis, riiunitisi con uno scopo ben preciso: creare un grande vino sardo, importante e mitologico.

Agripunica è una realtà di 170 ettari di vigneti raccolti intorno a due tenute: Barrua e Narcao, entrambe situate nella Sardegna sud-occidentale, in quella zona conosciuta come Sulcis Meridionale. Siamo nel cuore della denominazione Isola dei Nuraghi, così chiamata per la presenza delle antichissime torri di pietra costruite dalla civiltà nuragica. I terreni profondi e sabbiosi e la grande luminosità sono le condizioni ideali per la produzione di vini rossi importanti, morbidi e vellutati, eleganti e robusti, a base di Carignano e di altri vitigni internazionali.

La vocazione internazionale della cantina Agripunica si esprime in una gamma composta da due vini rossi e un bianco, vincitori di prestigiosi contest in tutto il mondo. Si tratta di vini strettamente legati al terroir del Sulcis ma vicini ad un gusto internazionale, merito anche dell’uso di barrique per gli invecchiamenti. Vini di qualità eccellente che si stanno affermando nei mercati di tutto il mondo, destinati a costruire, alla stregua dei Supertuscan in Toscana, una nuova mitologia in terra di Sardegna.

Peso 1 kg
Regione

Sardegna

Vitigno

Cabernet Sauvignon, Carignano, Merlot

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Isola dei Nauraghi IGT “Barrua” 2016 – Agripunica”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *