Franciacorta DOCG Pas Dosé Riserva “Bagnadore” 2011 – Barone Pizzini

Annata: 2011

Denominazione: Franciacorta DOCG

Vitigni: Chardonnay 60% e Pinot Nero 40%

Alcol: 12% Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 8/10 °C

Bernardi Rate: 9/10

Tipologia: Spumante Franciacorta

Abbinamenti: Ideale con pesci al forno ed arrosti

Peculiarità: Le sue uve provengono da un’unica vigna le cui piante, di oltre vent’anni, godono dei benefici di un vicino bosco che mitiga il clima, garantisce una buona escursione termica tra il giorno e la notte e favorisce una peculiare ricchezza di biodiversità. La Riserva risponde ad importanti criteri qualitativi e per questo è prodotta in quantità limitate e solo nelle migliori vendemmie. Tempo minimo di bottiglia:  da 70 mesi sui lieviti.

48.00

3 disponibili

Add to wishlist

NOTA DI DEGUSTAZIONE

Colore dorato e bollicine finissime e molto fitte. Al naso emana uno stupendo quadro di aromi: fiori, cedro e limoni. Il sorso è sapido e minerale e poi ampio e complesso, con note agrumate e lunga persistenza. Un Pas Dosé puro e splendente, di non comune complessità, capace di entusiasmare tutti gli amanti delle bollicine.

ABBINAMENTO

Ideale con pesci al forno ed arrosti.

CANTINA

Il nome Franciacorta, terra compresa tra Brescia e il lago d’Iseo, comparve per la prima volta nel 1277, in richiamo alle ‘curtes francae’, le corti franche esenti da dazi o gabelle. Nel 1870 la famiglia Pizzini, nobili di Rovereto, fondarono l’Amministrazione Agricola Pizzini, probabilmente senza immaginare una decisa sferzata in un futuro vinicolo. Passano i decenni che portano l’azienda ad essere tra le prime ad aderire al neo-nascente Consorzio di Franciacorta ed a produrre l’ormai famoso Metodo Franciacorta Docg. Una data importante nella storia della Barone Pizzini è sicuramente il 1998. In quel anno l’azienda inizia una strada nuova, decisamente controcorrente nel panorama vitivinicolo della Franciacorta. Passa alla viticoltura biologica. Successivamente diverrà uno dei marchi di maggiore riconoscimento che convincerà anche altre realtà a seguirne l’esempio. Anche lo zucchero, utilizzato per la liquer d’expédition, è biologico. Ciò serve a testimoniare l’attenzione dell’azienda nel produrre prodotti che abbiano ” residuo zero”. Quindi prodotti che non presentino contaminazioni con diserbanti, pesticidi e concimi chimici vari.  Anche la cantina rappresenta la volontà di ridurre l’impatto ambientale e massimizzare il risparmio energetico. Le scelte architettoniche sono funzionali a garantire un ambiente ideale per produrre vini nel rispetto dell’ambiente, per questo la struttura, interrata per due terzi e su una superficie di circa 5.600 mq, adotta strategie e soluzioni bioclimatiche: pannelli fotovoltaici, sistema naturale di raffrescamento, utilizzo di pietra, legno e fitodepurazione delle acque sono solo alcuni degli accorgimenti utilizzati.

Peso 1 kg
Regione

Lombardia

Vitigno

Chardonnay, Pinot Nero

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Franciacorta DOCG Pas Dosé Riserva “Bagnadore” 2011 – Barone Pizzini”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *